HomeCategory Liberamente

Riflessioni e discussioni
https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2019/11/pedestrians-400811_1920-1280x720.jpg

    Alessio Musio Essere o avere un corpo  Metafore e nuovi scenari economici   La distinzione tra essere e avere un corpo sembra marginale e tutta sbilanciata a favore del secondo termine. Non diciamo forse tutti: ‘il mio corpo’? E non ci sentiamo, a volte, anche estranei al ‘nostro’ stesso corpo, al punto da non riuscire in alcuni casi a comprenderlo, quando invecchia, sfiorisce o si ammala? Eppure, chi fa del male al nostro...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2019/11/desert-279862_1920-1280x720.jpg

    Alessio Musio La cura del mondo come cura del quotidiano. A proposito dell’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco L’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, uscita nel 2015, prende in esame la questione ecologica come un tema capace di leggere l’intera realtà contemporanea. Se da un lato, infatti, c’è una parte del mondo che si rende conto di come la tecnologia rischi distruggere l’ambiente e la stessa condizione umana, un’altra ha il problema di...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2019/11/books-1655783_1920-1280x720.jpg

Pensare stanca. Ma non ci stanchiamo di pensare. Con una nuova grafica dopo un lungo intervallo di tempo Filosofionline ritorna in rete. Alcuni degli articoli precedentemente pubblicati ritornano visibili: la loro attualità non era e non è dettata dalla cronaca -ormai dimenticata – che li ha sollecitati, ma dalle idee e dalle riflessioni che ancora oggi sanno suscitare.   C’è una porta da aprire, oltre i libri della memoria e perché si faccia della memoria...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2013/09/giammarco-boscaro-380907-unsplash-1280x720.jpg

Tradizionalmente la filosofia morale non ha mai goduto di un grande favore in Francia. Condividendo l’etichetta di “filosofia pratica” con la filosofia politica, ha subito l’egemonia di quest’ultima che è sempre stata considerata se non la sua sorella maggiore, sicuramente più importante e più interessante. Nonostante non manchino studi classici di filosofia morale che abbiano contribuito al progresso della disciplina (ove mai qualcosa come un progresso sia possibile in filosofia) o più semplicemente abbiano attirato...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2013/08/astratto-1280x720.jpg

L’analisi che propongo muove dal racconto Le dépeupleur (1970) (Lo spopolatore) di Samuel Beckett, che, rappresentando un universo articolato secondo un complesso ingranaggio nel quale gli individui appaiono irrimediabilmente presi, si lega ad uno dei presupposti teorici fondamentali dell’opera di Michel Foucault, quello del rapporto tra corpo, spazio e potere. Queste pagine vogliono essere il tentativo di ragionare intorno al tema del corpo in quanto aspetto centrale sia nella visione letteraria di Beckett per il...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2019/11/underwater-1150045_1920-1280x720.jpg

  Paolo Gomarasca Il reale è due. La differenza sessuale. Lacan e Lévinas     Nel corso di una conferenza pronunciata al Centre Universitarie Méditerranéen di Nizza nel 1974, Lacan afferma: «C’è forse per un uomo qualcosa di più imbarazzante del corpo di una donna? A tal punto che persino Platone se n’è accorto. Se n’è accorto nel Simposio dove racconta a livello mitico – è molto comodo il mito ed è anche indispensabile –...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2009/04/code-1076536_1920-1280x720.jpg

Roberta Corvi L’ uomo è un animale razionale?   «Mi domando chi sia stato a definire l’uomo un animale razionale. È la definizione più sconsiderata che sia mai stata data. L’uomo è tutto, fuorché razionale». Così si esprime lord Henry Wotton nel Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde. E Wilde non sapeva ciò che invece la scienza degli ultimi decenni ha accertato grazie alla mappatura del genoma umano, cioè che l’homo sapiens differisce dagli...

https://www.filosofionline.com/wp-content/uploads/2019/11/bus-1209153_1920-1280x720.jpg

Negli ultimi tempi sono stati dati alle stampe molti libri filosofici a vario titolo «divulgativi», prova che in generale sembra diffuso un bisogno di riflessione e che la filosofia, spesso malamente cacciata dalla porta, dalla finestra sempre e costantemente rispunta. Tra questi volumi, dedicati alle cose più strane – dalla noia, al vino, al viaggio – una nicchia a sé è costituita da quei titoli che richiamano un libro, un film o una serie tivù[1].

Lo scopo di questo sito è quello di favorire una riflessione filosofica  sui temi della contemporaneità e sulle questioni decisive che riguardano l'esistenza.

Filosofionline.com, 2019 © Tutti i diritti riservati.